Cappella del Santissimo Sacramento

La Cappella del Santissimo Sacramento è stata costruita nel 1989 in occasione del XXV anno di sacerdozio del Mons. Salvatore Nunnari.
L'inaugurazione è avvenuta il 19 dicembre 1989, quando Mons.Aurelio Sorrentino ha consacrato l'altare, a 20 anni esatti dall'apertura al culto della nuova e attuale chiesa.

Così scrive l'Ing. Nino Russo, che ha progettato la costruzione insieme all'Ing. Mario Itri:

"La redazione del progetto per la Cappella del SS. Sacramento nella Chiesa di Santa Maria del Divin Soccorso ha tratto l'origine da due considerazioni fondamentali: la prima è stata quella di poter fornire alla comunità parrocchiale un luogo di preghiera il più raccolto possibile, pur se non nettamente separato dal corpo architettonico principale della Chiesa, di cui questo anno ricorre il ventennale della inaugurazione; la seconda, non meno importante, era quella di lasciare un segno concreto che, nel ricordare e celebrare i venticinque anni di sacerdozio del Parroco Mons. Salvatore Nunnari, richiamasse la storia ed il cammino di fede percorso, nello stesso periodo di tempo, dalla nostra comunità.

Queste idee guida hanno conseguentemente, e quasi naturalmente, condotto il progetto su due linee architettoniche fondamentali; una linea di elevazione spirituale, tradotta da una progressiva e marcata elevazione della volta di copertura, la seconda concernente il richiamo comunitario, concretizzato nello sviluppo a pianta circolare della struttura. In questo modo si è cercato di favorire la visione contemplativa caratteristica dell'adorazione eucaristica e, nello stesso tempo, si è dato corpo all'esigenza, propria di una comunità di fede di ritrovarsi attorno alla Mensa eucaristica nel modo più coinvolgente possibile.

La costruzione, che ha uno sviluppo di circa 100 mq per una capienza di circa sessanta persone; colloca nell'alta parete posta dietro la zona presbiteriale il tabernacolo, per la costruzione del quale, così come per tutto l'arredo liturgico, è stata usata la pietra olare, materia che affida alla sua umiltà la dignità necessaria per custodire il Corpo di Cristo.
Dalla posizione centrale del tabernacolo si diparte, comprendendo tutta la zona presbiteriale, una seconda importante curvatura, per indicare figurativamente l'abbraccio fraterno del Cristo a quanti volgono a Lui lo sguardo.

Alle vetrate policrome è stato affidato il compito di ricordare la molteplicità degli aspetti e dei doni della nostra comunità parrocchiale; come la composizione dei singoli colori dona alla costruzione una luce diffusa e gradevole, così i tanti contributi dei singoli credenti donano luce e vita, come è stato in questi venticinque anni, alla Chiesa locale.

La zona di ingresso alla Cappella è caratterizzata dall'avere in una delle due vetrate policrome un richiamo mariano per sottolineare il nostro affidamento e la nostra appartenenza all'amore materno di Maria.

Per ultimo, nella piccola torre campanaria è stata posta la campana dì bronzo della vecchia Chiesa, in un richiamo storico che, nello stesso tempo, è un invito per tutti a continuare a camminare insieme nella strada che il Signore traccia per la nostra comunità."

La Cappella è stata poi ulteriormente abbellita grazie ad alcuni interventi dono di Mons. Giorgio Costantino. Tra questi, la realizzazione di un mosaico ad opera di don Giampiero Arabia, due nuove colonne in bronzo ornamentali che reggono le lampade collocate accanto al Tabernacolo, una statua della Madonna di Fatima, benedetta dal Papa e una tenda scorrevole, per favorire un clima di raccoglimento e di preghiera.

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image