Ass. Portatori della Vara S. M. del Divino Soccorso

L’Associazione portatori della Vara della Parrocchia di Santa Maria del Divino Soccorso nasce, in forma statutaria, verso la metà degli anni 70 su indicazione dell’allora Parroco Mons. Salvatore Nunnari, raccogliendo in forma pastorale l’eredità di tradizioni risalenti agli anni precedenti, soprattutto durante il periodo di servizio pastorale di Don Bruno Pontari.

Sulla base di quanto avveniva in alcune Parrocchie della Diocesi di Reggio Bova, e soprattutto nei festeggiamenti in onore della Madonna della Consolazione, patrona della città, dal dopoguerra riprese la tradizione, fortemente radicata nella pietà popolare, di effettuare la processione con l’effige della Madonna del Soccorso nelle strade di un quartiere che, da periferia agricola di Reggio, pian piano diventò, con gli insediamenti abitativi del Gebbione e del Viale V°, oggi viale Aldo Moro, uno dei più grandi quartieri cittadini.

Negli anni dal dopoguerra fino alla fine degli anni 60, la processione, tenuta solo nella prima domenica di settembre, data canonica della festività della Madonna del Soccorso, prevedeva un percorso estremamente lungo, essendo il Soccorso la sola parrocchia presente nel tessuto urbano compreso tra lo stadio comunale e il torrente Sant’Agata.

La rivolta degli anni ’70 interruppe questa tradizione, che riprese con metodi più aderenti alla nuova realtà parrocchiale verso il 1974. A questa data risale la redazione del primo statuto dell’Associazione dei portatori, che si basava essenzialmente sulla disponibilità dei giovani appartenenti ai gruppi associativi parrocchiali e di qualche portatore dei periodi precedenti che, in tal modo, intendeva ancora manifestare ancora la propria devozione alla sacra effige.

La formazione della Parrocchia di San Luca ha riconfigurato i confini parrocchiali ed anche il modo di portare la statua della Madonna del Soccorso nelle vie del suo quartiere. Infatti, tutte le sere della settimana mariana, che precede e prepara alla festività, l’effige viene portata in punti diversi della Parrocchia, dove viene celebrata la Santa Messa. Particolarmente suggestiva, da questo punto di vista, è la visita della Madonna ai pescatori, lungo la spiaggia di Calamizzi.

L’Associazione, per statuto è presieduta dal Parrocco, mentre la vicepresidenza spetta ad un responsabile, scelto tra i membri della stessa, dallo stesso Parroco. Dal 1975 in avanti sono stati nominati Responsabili dell’Associazione il geom. Domenico Dascola, Orazio Gerbasi, Franco Romeo e Nino Russo.

Non tutti i portatori fanno parte della Comunità parrocchiale, perché le proprie storie personali li hanno condotti lontano dal Soccorso, ma nella Settimana Mariana, tutti sentono la necessità di tornare sotto la vara, venendo anche da molto lontano, per manifestare, in modo a volte “estemporaneo”, il proprio attaccamento e la propria devozione a quella Mamma che tante volte a teso la propria mano ed ha raccolto pianti, speranze, gioie.

Nino Russo

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image